Ultime News
Dossokiller in agguato sempre
data news: 12/09/2010
Comune di Sonara farzione Villatora Via Villanova civico 5 un agguato a tutti gli utenti della strada segnalazione fatta ai CC alle ore 19.00 del 12/11/2010 ma i militi hanno la mani legate la competenza ?el Signbo Sindaco


Dossokiller colpisce ancora QUANTO SANGUE VORRA' ANCORA
data news: 24/07/2009
Tonadico nel Primiero e' successo ANCORA Alex Bettega un ragazzo di soli 16 anni morto a causa di un dosso, naturalmente correndo su due ruote (correndo su quattro si danneggiano solo le macchine non le persone) sembra che la procura abbia disposto accertamenti, doverosi sicuramente ma che non riporteranno in vita ne Alex ne Eros ne Franco ne Giovanni Battista. Quando e sopratutto chi fermera' questi gestori delle pubbliche strade dall'essere pi?asgressori degli stessi utenti ? E sopratutto pretendiamo tutti a gran voce il rispetto delle leggi sia per gli utenti della strada che per i gestori delle strade stesse gestori che solitamente finiscono impuniti in barba al fatto che la legge e' uguale per tutti. E' tempo di BASTA !!!!!! Genitori di Alex per quel che puo' servire il nostro piu' sincero cordoglio, sappiamo purtroppo cosa vuol dire perdere un figlio e nel nostro caso l'unico figlio.....


Prossima udienza 03/11/2009
data news: 13/01/2009
Il processo contro Fusini Graziano e Zambotto Fiorenzo รจ tato rinviato al 03/11/2009 e in quella occasione verranno ascoltati i Periti e una parte di testimoni


Homepage

11 Settembre 2006 muore nel comune di Castel d'Azzano (Verona) Riparelli Eros che in sella alla sua moto, andando al lavoro, incontrava sulla sua strada un dosso di nuova ralizzazione mal segnalato e mal costruito con misure completamente fuori legge.

Di questi dossi in Italia putroppo ne esistono a migliaia e gli amministratori pubblici, in barba alle leggi, continuano a costruirne di nuovi e non intendono ridimensionare quelli esistenti.

Questo sito si pone come obiettivo di diventare uno strumento in mano al cittadino per segnalare la presenza di questi manufatti che non hanno ragione di esistere ed in piu' ha l'ambizione di diventare un mezzo di consultazione per la magistratura per poter, ove ritanga necessario, intervenire.

Noi genitori di Eros abbiamo gia' intrapreso una battaglia legale nei confronti dell'ente proprietario della strada e ad oggi risultano iscritte due persone nel registro degli indagati. Perche' nessun altro genitore debba fare passi di questo genere, stiamo cercando attraverso questo sito di fare quella prevenzione che molti enti non fanno, prevenire e' meglio che curare. Non facciamo che la morte di Eros sia stata inutile.

Utenti della strada siate prudenti, rispettate i limiti e rispettate le regole.
Enti proprietari delle strade rispettate le leggi!